Videogiochi, "Political Machine" ti candida a presidenziali Usa

venerdì 20 giugno 2008 09:45
 

SAN FRANCISCO (Reuters) - La politica sembra un gioco? Niente di più vero nell'anno delle elezioni presidenziali negli Stati Uniti.

Un nuovo videogioco chiamato "Political Machine"-- in vendita negli Usa a partire da questa settimana -- permette di entrare nei panni del democratico Barack Obama, del repubblicano John Mc Cain, o di altri politici in lizza per la Casa Bianca.

"Puoi scegliere il tuo candidato oppure programmarne uno nuovo e definirne le caratteristiche, come la posizione sulla guerra in Iraq, i tagli alle tasse, o le preghiere a scuola", spiega Brad Wardell di Stardock, la società che sviluppa il software.

"Tutti i personaggi sono costruiti in modo da ricordare alla gente che si tratta di un gioco, tuttavia le questioni dibattute sono vere e si basano su reali informazioni demografiche".

Nel corso del gioco il candidato virtuale costruisce la sede della sua campagna elettorale, assume addetti alle pubbliche relazioni, studia modi di sbaragliare la concorrenza. Obiettivo, ovviamente, conquistare la maggioranza nel più grande numero di Stati per vincere le elezioni.

Stardock si avvale di statistiche e sondaggi veri per creare un modello realistico dell'elettorato americano con cui il candidato virtuale si deve confrontare.

I risultati dei modelli statistici creati dal videogioco hanno dato risultati sorprendenti in passato: nella versione precedente di "Political Machine", nel 2004, il gioco aveva previsto che l'ago della bilancia nell'esito delle elezioni sarebbe stato lo Stato dell'Ohio, anche se non aveva colto nel segno con il vincitore, prevedendo una vittoria di John Kerry contro George W. Bush.

Per quest'anno, afferma Wardell, "tutto si deciderà in base ai voti del North Carolina, e finora il videogioco propende leggermente per John McCain".

 
<p>Un cliente davanti a uno scaffale colmo di videogiochi. REUTERS</p>