Vacanze, quest'estate resterà a casa un italiano su due

giovedì 29 maggio 2008 16:37
 

MILANO (Reuters) - Quest'estate quasi metà degli italiani non andranno in vacanza. A rivelarlo è un'indagine realizzata dall'Istituto Dinamiche per conto di Federalberghi, diffusa all'indomani delle rivelazioni dell'Istat secondo cui metà delle famiglie italiane vive con un reddito inferiore a 1.900 euro al mese.

"I primi segnali estivi mostrano una domanda turistica degli italiani di tenuta rispetto all'estate 2007, ma mancano ancora quei chiari segnali di ripresa che auspicavamo", spiega Bernabò Bocca, presidente di Federalberghi-Confturismo.

Secondo lo studio, dovrebbero essere circa 23 milioni gli italiani che andranno in vacanza quest'estate - il 49,1% della popolazione maggiorenne - dormendo almeno una notte fuori casa nei mesi da giugno a settembre.

Coloro che invece sicuramente non faranno alcun periodo di vacanza durante il quadrimestre estivo al momento sono 21,4 milioni, il 45,2% della popolazione maggiorenne.

Una quota sostanziosa - il 5,7% - si dichiara ancora indecisa sul da farsi.

"Il dato sugli indecisi conferma la necessità di varare misure economiche e strategiche idonee a ridare ossigeno alle famiglie italiane, promuovendo al tempo stesso sempre più il Bel Paese quale meta ideale per le proprie vacanze", continua Bocca.

VACANZE PIU' GETTONATE SONO IN ITALIA AD AGOSTO

Tra coloro che andranno sicuramente in vacanza, il 70,2% degli italiani resterà in Italia, mentre il 24,1% andrà all'estero, confermando una chiara dicotomia di scelte.

Considerando il periodo prescelto, giugno si attesta al 9% della domanda, luglio al 26,1% e agosto come di consueto si conferma il mese più gettonato con il 48,1% della domanda. A settembre, infine, dovrebbe andare in ferie il 12,2% dei vacanzieri.   Continua...

 
<p>Una spiaggia in Puglia. REUTERS/Fabio Serino</p>