Debutto a Broadway per Katie Holmes tra applausi e proteste

venerdì 19 settembre 2008 12:54
 

NEW YORK (Reuters) - Katie Holmes ha debuttato con successo ieri a Broadway, applaudita dal marito Tom Cruise ma contestata da un gruppo di manifestanti anti-Scientology fuori dal teatro.

Lo spettacolo è cominciato ancor prima che il sipario si alzasse al Gerald Schoenfeld Theater: una ventina di contestatori, alcuni mascherati, hanno urlato "Scientology è una setta" e "Liberate Katie", secondo quanto ha riportato New York Daily News.

All'interno, l'attrazione principale è stata Cruise, star di "Mission: Impossible" membro di Scientology tra i più noti: l'attore è stato osannato e fotografato dai fan, oscurando complertamente il collega Dustin Hoffman, anche lui tra il pubblico.

Una volta che il sipario si è alzato e il classico di Arthur Miller "All My Sons" ha avuto inizio, secondo i giornali la Holmes si è dimostrata all'altezza dei co-protagonisti Patrick Wilson, John Lithgow -- vinciore di un Tony -- e Dianne Wiest, vincitrice di un Oscar.

"E' stata straordinaria", ha commentato Cruise con orgoglio dopo due standing ovation, ha scritto il Daily News.

Alle anteprime iniziate ieri, seguirà la prima il 16 ottobre.

"All My Sons" -- andato in scena per la prima volta a Broadway nel 1947 -- è ispirato alla storia vera di un impresario di successo che vendeva consapevolmente parti difettose di aerei durante la Seconda Guerra Mondiale.

La piece fruttò a Miller e al regista Elia Kazan due Tony Award.

 
<p>Katie Holmes in una foto d'archivio. REUTERS/Phil McCarten (UNITED STATES)</p>