Più di sette uova alla settimana aumentano rischio morte-studio

mercoledì 9 aprile 2008 12:29
 

WASHINGTON (Reuters) - Gli uomini di mezza età che mangiano sette o più uova alla settimana hanno un rischio maggiore di morire prematuramente, secondo alcuni ricercatori americani.

Lo studio ventennale pubblicato sull'American Journal of Clinical Nutrition evidenzia inoltre che per i diabetici che mangiano uova il rischio di morte aumenta indipendentemente dal quantitativo consumato.

La ricerca si aggiunge ad una crescente mole di prove - molte delle quali contraddittorie - su quanto sia sicuro mangiare uova.

Il dottor Luc Djousse e il dottor J. Michael Gaziano della Brigham and Women's Hospital e della Harvard Medical School hanno scoperto che gli uomini non diabetici possono mangiare fino a sei uova alla settimana senza nessun rischio.

"Mentre mangiare fino a sei uova alla settimana non è associato ad una maggiore mortalità, il consumo di sette o più uova alla settimana è associato ad un rischio di morte maggiore del 23%", hanno scritto.

"Comunque, tra medici maschi e diabetici il consumo di un qualsiasi numero di uova è associato ad un rischio maggiore, e ci sono prove significative di rischi maggiori di infarti e ictus", hanno scritto, auspicando studi più approfonditi sull'argomento.

Le uova sono ricche di colesterolo, che in dosi massicce può ostruire le arterie e aumentare il rischio di infarti e ictus.

Il team di Harvard ha analizzato i casi di 21.327 uomini che partecipano al Physicians' Health Study, uno studio che dal 1981 coinvolge dottori che hanno acconsentito a riportare regolarmente le loro abitudini alimentari e i loro stili di vita.

In 20 anni 1.550 uomini hanno avuto un infarto, 1.342 ictus e più di 5.000 sono morti.

"Il consumo di uova non è associato a ictus o infarto", hanno scritto, ma gli uomini che hanno mangiato sette o più uova alla settimana hanno il 23% di probabilità in più di morire nell'arco dei 20 anni.

 
<p>Uova in un magazzino. REUTERS/Tim Shaffer (UNITED STATES)</p>