Barbie vs Bratz, la sfida tra le bambole finisce in tribunale

martedì 29 aprile 2008 11:35
 

NEW YORK (Reuters) - Mattel, la casa produttrice delle Barbie, potrà portare avanti la sua causa contro l'ex dipendente e ideatore delle bambole Bratz Carter Bryant.

Lo ha stabilito un giudice federale della California.

Mattel, maggior produttore di giocattoli al mondo, sostiene che le Bratz di MGA Entertainment siano di sua proprietà perché Bryant le ha ideate mentre lavorava come progettista delle Barbie.

In una sentenza pubblicata venerdì scorso, il giudice distrettuale Stephen Larson scrive che "i fatti stabiliscono che Bryant ha infranto gli obblighi fiduciari di comunicare le sue invenzioni a Mattel quando, anziché farlo, ha stipulato segretamente un contratto con la rivale di Mattel mentre ancora lavorava lì".

Da quando nel 2001 è iniziata la vendita delle Bratz, le vendite delle Barbie sono diminuite. Mattel questo mese ha detto che la vertenza sulle Bratz è una delle cause della perdita di 46,6 milioni di dollari che ha avuto nel primo trimestre.

"I fatti ci danno ragione e siamo convinti che al processo vinceremo", ha detto l'AD di MGA Isaac Larian in una nota. "MGA, e nessun altro... ha costruito le Bratz".

 
<p>Due bambole Bratz, una delle quali calpesta una Barbie. REUTERS/Stephen Hird SH/ASA/acm</p>