Giacca salvagente del Titanic sarà venduta all'asta a New York

giovedì 19 giugno 2008 12:11
 

NEW YORK (Reuters) - Una giacca salvagente inutilizzata che si trovava a bordo del Titanic verrà battuta all'asta alla fine di questo mese a New York. Lo ha riferito la casa d'asta Christie's.

La giacca, imbottita di sughero, è per la maggior parte intatta, a parte qualche piccolo strappo.

Si pensa che la giacca sia stata trovata dal contadino John James Dunbar lungo le coste di Halifax, dopo che la nave passeggeri Titanic affondò al largo di Newfoundland nel suo viaggio inaugurale da Southampton a New York, nell'aprile del 1912, per aver urtato un iceberg. Circa 1.500 persone persero la vita.

Christie's, che stima il ricavo dalla vendita della giacca salvagente in 60-80mila dollari, ha già battuto all'asta una giacca simile proveniente dal Titanic lo scorso anno a Londra, acquistata per 119mila dollari.

Dopo l'asta di Londra, ha detto l'esperto di marina Gregg Dietrich, Christie's ha ricevuto una valanga di offerte di oggetti che si pensavano essere appartenuti al Titanic, ma circa il 99% sono risultati essere delle riproduzioni.

Dietrich ha verificato l'autenticità della giacca che verrà messa all'asta nei prossimi giorni, conservata da generazioni dalla famiglia MacQuarrie, in Nova Scozia.

Chistie's batterà anche una lista dei passeggeri di seconda classe recuperata da una sopravvissuta di 12 anni, Bertha Watt, e un suo tema del liceo che descrive la notte in cui affondò il Titanic.

 
<p>Giacca salvagente del Titanic in mostra da Christie's, a New York, il 18 giugno 2008. REUTERS/Brendan McDermid (Usa)</p>