Ronaldo coinvolto in scandalo con tre travestiti a Rio

martedì 29 aprile 2008 09:16
 

RIO DE JANEIRO (Reuters) - La polizia brasiliana ha detto oggi che sta indagando sulle accuse di tre travestiti che sostengono che il calciatore del Milan Ronaldo abbia minacciato di "fargli del male" dopo averli portati in un motel di Rio de Janeiro.

La polizia ha spiegato inoltre durante una conferenza stampa che sta esaminando l'accusa del calciatore secondo il quale uno dei tre uomini avrebbe cercato di estorcergli 50.000 real (circa 30.000 euro) per non raccontare ai media dell'incidente.

Secondo le autorità, Ronaldo - che al momento si trova nel suo paese d'origine per la riabilitazione dopo l'infortunio di febbraio durante la partita col Livorno - ha lasciato un nightclub nel quartiere chic di Barra da Tijuca ieri insieme a tre squillo, ma in motel si è accorto che si trattava in realtà di uomini.

A quel punto il calciatore ha offerto 1.000 real (quasi 600 euro) a ciascuno per chiudere la faccenda, ma solo due di loro hanno accettato l'offerta, secondo la polizia.

"Devo verificare entrambe le versioni, quella dei travestiti e quella di Ronaldo", ha detto Carlos Augusto Nogueira, a capo del distretto di polizia che sta indagando sull'accaduto.

"Ronaldo ha spiegato che sta attraversando dei problemi psicologici a causa del suo recente intervento", ha aggiunto.

In una nota, Ronaldo ha detto di essere stato vittima di un'estorsione, e che prenderà tutti i provvedimenti possibili per mantenere pulito il suo nome, secondo il sito Web della tv Globo.

Rappresentanti di Ronaldo non sono stati immediatamente reperibili per un commento.

 
<p>Il calciatore brasiliano del Milan Ronaldo, durante una conferenza stampa. REUTERS/Benoit Tessier</p>