Hai un amico tirchio? Spendere potrebbe davvero farlo soffrire

martedì 18 marzo 2008 15:46
 

NEW YORK (Reuters) - Tutti hanno almeno un amico tirchio, ma un nuovo studio consiglia di non essere troppo duri con lui perchè spendere soldi potrebbe davvero farlo soffrire.

Alcuni ricercatori americani hanno cercato di capire - intervistando 13.327 persone negli ultimi 31 mesi - perchè la gente si comporta in modo diverso quando è il momento di mettere mano al portafogli.

Gi studiosi hanno fatto la sorprendente scoperta che nonostante l'idea diffusa che le persone spendano troppo, quelle che lo fanno realmente sono di gran lunga di meno di quelle che spendono troppo poco: i tirchi, secondo lo studio, battono con una proporzione di 3 a 2 gli spendaccioni.

Ma i ricercatori, Scott Rick della University of Pennsylvania e Cynthia Cryder e George Loewenstein della Carnegie Mellon University, hanno scoperto che non è il costo di un oggetto o il livello salariale di una persona che influisce sulla spesa: i taccagni hanno raccontato di provare un vero e proprio dolore emotivo al momento di metter mano al portafogli.

"I tirchi risparmiano non perchè sono più lungimiranti riguardo al futuro, ma perchè tirar fuori i soldi è un'esperienza troppo dolorosa", recita una nota di Rick.

La ricerca - che sarà pubblicata sul Journal of Consumer Research - ha inoltre scoperto che le donne hanno eguali probabilità di essere tirchie che spendaccione, mentre gli uomini hanno il triplo di possibilità di avere le braccine corte che le mani bucate.

Anche l'età gioca il suo ruolo: mentre gli under 30 hanno poche probabilità in più di essere taccagni che spendaccioni, per gli over 70 la bilancia pende di 5 a 1 verso la tirchieria.

Secondo lo studio, gli spendaccioni normalmente soffrono pochissimo quando spendono soldi e in genere tendono a spenderne di più di quanto idealmente vorrebbero.