Viaggi in Usa, da venerdì si sperimenta nuova procedura online

lunedì 28 luglio 2008 16:24
 

BRUXELLES (Reuters) - Prenderà il via venerdì prossimo la sperimentazione di una nuova procedura elettronica per viaggiare negli Stati Uniti, sotto la quale i cittadini dei paesi coperti dal programma "Viaggio senza Visto" -- Italia compresa -- otterranno un'autorizzazione via Internet prima della partenza.

Anche se in futuro il sistema potrebbe essere sottoposta a pagamento, i funzionari che hanno presentato l'Electronic System for Travel Authorisation (Esta) durante una conferenza stampa a Bruxelles hanno smentito che si tratti di un ritorno ai visti, principale preoccupazione dell'Ue.

"L'Esta non è un visto", ha precisato Jackie Bednarz, del Dipartimento per la Sicurezza Interna degli Usa.

Dall'1 agosto -- ha spiegato il funzionario -- partirà la sperimentazione di due mesi. Dall'1 ottobre la procedura diventerà ufficiale e dal 12 gennaio 2009 l'autorizzazione elettronica sarà obbligatoria.

Chi vuole partire dovrà compilare un modulo online sul sito esta.cbp.dhs.gov rispondendo ad alcune domande che attualmente vengono sottoposte a chi viaggia negli Usa per nave o in aereo. Tra le domande poste, se si è colpiti da eventuali malattie contagiose, si soffre di disordini fisici o mentali, si è stati condannati per certi reati o indagati in vicende di spionaggio, terrorismo o genocidio.

Un portavoce della Commissione Ue ha detto che, una volta che la procedura sarà ufficializzata, sarà necessario verificare se sia davvero diversa da quella dei visti d'ingresso.

"Dovremo vedere come funziona e quali misure conterrà esattamente", ha detto Michele Cercone.

Attualmente sono 15 i paesi dell'Ue coperti dal programma per viaggiare negli Usa senza visti. Ne sono esclusi 11 dei 12 paesi ex-sovietici entrati nell'Ue nel 2004 e nel 2007 e la Grecia.

Su www.cbp.gov/travel si possono leggere i dettagli della nuova procedura.

 
<p>Passeggeri all'aeroporto di Chicago. REUTERS/Jeff Haynes (UNITED STATES)</p>