Processo Gea, Moggi: macchinazione Auricchio-Baldini

martedì 17 giugno 2008 12:40
 

ROMA (Reuters) - Ha lanciato pesanti accuse oggi in aula Luciano Moggi, quando ha preso la parola nel corso dell'udienza del processo a Roma ai dirigenti della Gea World, l'agenzia che ha gestito le procure sportive di diversi calciatori e allenatori.

L'ex dg della Juventus ha accusato il maggiore dei carabinieri Attilio Auricchio, che fece indagini sul suo conto e Franco Baldini, ex direttore sportivo della Roma, di aver architettato una vicenda ai suoi danni per accusarlo ingiustamente.

Nel processo Moggi è imputato insieme al figlio Alessandro, a Davide Lippi (figlio dell'ex ct della Nazionale Marcello) e altre tre persone con l'accusa di aver cercato di falsare l'esito di alcune partite con minacce o violenze.

 
<p>Luciano Moggi in una foto d'archivio. REUTERS/Alessandro Bianchi (ITALY)</p>