Afghanistan, presenza di stranieri minaccia leopardi delle nevi

venerdì 27 giugno 2008 12:21
 

KABUL (Reuters) - I leopardi delle nevi dell'Afghanistan sono sopravvissuti con fatica a tre decenni di guerra. Ma ora, i pochi esemplari rimasti devono fronteggiare un'altra sfida: gli stranieri alle prese con la ricostruzione del paese martoriato dai conflitti.

Nonostante dal 2002 sia in vigore il divieto totale di caccia nel paese, la pelliccia del leopardo delle nevi finisce regolarmente in vendita nelle basi militari internazionali e nei bazar per turisti della capitale.

Diversi negozi che si affacciano su Chicken Street, la via turistica di Kabul, vendono cappotti e pelli dell'animale.

"Questa costa solo 300 dollari", ha detto a Reuters un venditore. "Quest'altra invece ne costa 900", ha aggiunto, spiegando che il prezzo varia anche in base al numero di proiettili con cui viene ucciso l'animale: meno fori ci sono, più la pelle è pregiata.

Alla domanda se sia facile far arrivare all'estero le pellicce, un negoziante ha risposto: "Non c'è problema! Le nascondiamo in mezzo alle coperte".

Il leopardo delle nevi, insieme ad altri animali dell'Afghanistan, è considerato specie a rischio in base alla "Convenzione sul commercio internazionale di specie in pericolo", e chiunque sia scoperto a esportarne la pelliccia è punibile con una multa salata, che negli Usa ammonta addirittura a 100.000 dollari e fino a un anno di carcere.

E' difficile capire quanti esemplari siano rimasti a causa della loro indole sfuggente e della mancanza di studi negli ultimi 30 anni di conflitto, come ha spiegato il dottor Peter Smallwood, direttore in Afghanistan della newyorchese Wildlife Conservation Society.

Si sa però che la specie è in pericolo. La distruzione delle infrastrutture, le migrazioni dei rifugiati, le moderne armi da combattimento, l'estrema povertà e la mancanza di applicazione della legge, insieme a siccità e deforestazione, sono alcuni fattori che hanno devastato flora e fauna del paese.

Oggi ci sono solo tra i 100 e i 200 leopardi delle nevi i Afghanistan. In tutto il mondo, secondo la Snow Leopard Trust, ce ne dovrebbero essere tra i 3.500 e i 7.000 allo stato selvaggio.

 
<p>Un leopardo delle nevi di sei mesi. REUTERS/Arnd Wiegmann</p>