Violenza sulle donne, Onu lancia campagna per combatterla

martedì 26 febbraio 2008 14:34
 

NAZIONI UNITE (Reuters) - L'Onu ha lanciato ieri una campagna per combattere la violenza contro donne e bambine, definendola come un flagello globale che affligge un terzo della popolazione femminile nel mondo.

"Almeno una donna su tre sarà probabilmente picchiata, costretta ad avere rapporti sessuali o subirà abusi durante la sua vita", ha detto il Segretario Generale dell'Onu Ban Ki-moon durante un meeting della commissione Onu sullo stato delle donne.

"Attraverso la pratica della selezione sessuale prenatale poi ad innumerevoli altre donne è proibito persino di venire al mondo", ha aggiunto.

In India l'infanticidio delle bambine e l'aborto intenzionale di feti di femmine sono illegali ma ancora diffusissimi, i maschi sono tradizionalmente preferiti alle donne come responsabili del mantenimento della famiglia e le famiglie devono pagare ingenti doti per il matrimonio delle loro figlie.

Ban ha spiegato che le armi di questa guerra nel XXI secolo comprendono stupri e altre forme di violenza sessuale e il rapimento di bambine usate come schiave sessuali.

Ban ha chiesto ai gruppi femminili, agli uomini di tutto il mondo, al settore privato e agli stati membri dell'Onu di sostenere la campagna che durerà fino al 2015, anche se poi spetterà ai singoli paesi adottare misure specifiche.

 
<p>Una donna sciita alla periferia di Baghdad, nel novembre 2007. REUTERS/Erik de Castro</p>