Cinema, nel 2007 incassi globali per 27 miliardi dollari

giovedì 6 marzo 2008 11:13
 

LOS ANGELES (Reuters) - Gli incassi mondiali al box office hanno raggiunto nel 2007 la cifra record di quasi 27 miliardi di dollari con successoni come "Spider-Man 3", ma ciò è bilanciato dal numero di spettatori rimasto costante rispetto al 2006 e da maggiori costi di produzione, secondo i dati diffusi ieri.

Nell'annuale relazione dell'industria cinematografica, la Motion Picture Association of America (MPAA) - che rappresenta i maggiori studios di Hollywood - ha detto che gli incassi delle vendite di biglietti in Usa e Canada sono saliti del 5,4% nel 2007 fino alla cifra record di 9,63 miliardi, continuando il recupero cominciato nel 2006 dopo il crollo del 2005.

Film a grande budget e avventure d'azione come "Shrek Terzo", "Pirati dei Caraibi - Ai Confini del Mondo", "Transformers" e il maggior successo dell'anno "Spider-Man 3" hanno tutti superato i 300 milioni di dollari di incasso ai botteghini americani e canadesi.

Ma il numero di persone che è andato al cinema è rimasto stabile a 1,4 miliardi, e il rialzo degli incassi è dovuto per lo più ad un aumento del costo medio dei biglietti del 5%, dai 6,55 dollari del 2006 ai 6,88 del 2007.

A livello globale il botteghino ha incassato 26,27 miliardi, il 4,7% in più dei 25,5 miliardi del 2006.

Circa il 50% di film in più rispetto all'anno scorso ha incassato 100 milioni di dollari in Usa e Canada: 28 nel 2007 contro 19 nel 2006.

Ma i buoni risultati al box office sono stemperati dall'aumento medio dei costi di produzione e marketing dei film, aumentati a 106,6 milioni di dollari per gli studios maggiori, il 6,3% in più dei 100,3 milioni del 2006.

Il costo medio di produzione di un film è 70,8 milioni di dollari e la spesa per il marketing ha raggiunto i 35,9 milioni di dollari.

I membri della MPAA stanno continuando a investire di più nella pubblicità sul Web, che è il 4,4% della spesa pubblicitaria nel 2007, dal 3,7% del 2006.

Tra i membri della MPAA ci sono Time Warner, Sony, Walt Disney, News Corp, Viacom, General Electric e Metro-Goldwyn-Mayer.

 
<p>Un poster di Spider man. REUTERS/Claro Cortes IV</p>