Città del Messico, contro l'inquinamento giardini sui tetti

venerdì 6 giugno 2008 12:15
 

CITTA' DEL MESSICO (Reuters) - I tetti degli edifici pubblici di Città del Messico, una delle capitali più inquinate del mondo, fioriranno di giardini grazie ad una trovata dell'amministrazione che ieri ha lanciato un programma per combattere il surriscaldamento globale.

La metropoli, assediata dallo smog, ha in programma di sostituire i serbatoi del gas, gli stendipanni e il cemento dei 9.300 metri quadri di "tetti pubblici" con prati e cespugli che assorbiranno l'anidride carbonica.

La città pensa inoltre a sconti fiscali per le imprese e i privati che allestiscono giardini pensili sui tetti di uffici e appartamenti.

La grande maggioranza degli edifici di Città del Messico hanno il tetto piatto, e così si prestano perfettamente al progetto.

Il sindaco Marcelo Ebrard ha promesso di investire 5,5 miliardi di dollari in cinque anni per ridurre le emissioni nella metropoli, dove abitano 20 milioni di persone e circolano 4 milioni di macchine.

"Non si tratta di obiettivi generici o desideri: il nostro traguardo è chiaro", ha detto Ebrard all'inaugurazione del piano ecologico.

L'obiettivo è ridurre le emissioni di gas serra di 4,4 milioni di tonnellate all'anno, che sono comunque una frazione minima rispetto ai 643 milioni totali di emissioni che il Messico produce complessivamente ogni anno.

 
<p>Prati e cespugli sul tetto di un asilo a Citt&agrave; del Messico. REUTERS/Daniel Aguilar (MEXICO)</p>