Usa, è morto il "re delle patatine fritte" J.R. Simplot

lunedì 26 maggio 2008 10:11
 

BOISE, Idaho (Reuters) - Si è spento ieri a 99 anni negli Stati Uniti J.R. Simplot, imprenditore miliardario a cui la "dieta americana" e i fast-food devono moltissimo: dopo aver lanciato le patatine fritte surgelate alla fine degli anni 40, è diventato uno dei principali fornitori di patate di McDonald's, Burger King e Wendy's.

Un funzionario dell'ufficio del coroner della Contea di Ada ha riferito che il decesso è avvenuto nella sua casa per cause naturali.

La storia di John Richard Simplot comincia a Dubuque, in Iowa, nel 1909. A quattordici anni il giovane abbandona la scuola per entrare nel business della distribuzione di prodotti agricoli. La sua prima società di produzione nasce nel 1929, e negli anni della Seconda Guerra mondiale diventa un importante fornitore di patate essiccate per l'esercito americano.

Alla fine degli anni 40, i ricercatori della sua azienda cominciano a fare esperimenti sulle patatine fritte surgelate, e nel 1946 la società comincia a produrle in Idaho. Con la diffusione dei freezer, il business comincia a prosperare.

Ma il colpo grosso è del 1967, quando Simplot si accorda con il fondatore di McDonald Ray Kroc per la fornitura di patatine fritte. Da allora, la società si è allargata a diversi impianti in Idaho, Oregon e Washington, per approdare alla fine in Australia e Cina.

Nel 2001, Simplot aveva detto a Esquire Magazine che la fortuna non aveva niente a che veder con il suo successo. "Lavorate onestamente e costruite, costruite, costruite. E' tutto quello che posso dirvi".

 
<p>Una porzione di patatine fritte di McDonald's. REUTERS/Sam Mircovich (UNITED STATES)</p>