Doping, positive anche controanalisi di Baldini

lunedì 4 agosto 2008 18:14
 

MILANO (Reuters) - Le controanalisi di Andrea Baldini, il fiorettista italiano escluso dalla squadra olimpica perchè positivo ad un test anti-doping, hanno confermato l'esito del primo controllo.

Ne dà notizia in una nota la Federazione Italiana Scherma.

Le analisi del campione B di urine di Baldini, prelevato in occasione dei Campionati Europei di Kiev del mese scorso, sono state eseguite oggi presso il Dipartimento di Controllo Antidoping del General Faculty Hospital di Praga e "hanno confermato la positività al 'furosemide' (un farmaco diuretico impiegato in caso di arresto cardiaco, n.d.r.) già rilevata nel corso del primo controllo", si legge nella nota.

Dopo la positività riscontrata dalla prime analisi venerdì, il risultato di oggi cancella anche l'ultima speranza del giovane 22enne -- numero uno del ranking mondiale -- di partire per Pechino. Al suo posto nella squadra olimpica è stato convocato Andrea Cassarà, prima riserva mondiale.

"Per le Olimpiadi di Pechino ovviamente è finita", ha commentato Carlo Oggero, manager del fiorettista. "Non avevamo d'altronde molti dubbi, perché il campione di urine è lo stesso del primo test", ha aggiunto.

Ma Baldini non si arrende, e -- spiega la Fis -- è intenzionato a far eseguire l'esame del Dna sui campioni.

Il fiorettista infatti, nel corso di una conferenza stampa tenuta venerdì poche ore dopo la notizia della positività, aveva dichiarato di non aver mai preso il farmaco a cui è risultato positivo, sollevando più o meno esplicitamente l'ipotesi di un complotto organizzato per escluderlo dai Giochi.

"Lui cercherà di dimostrare quella che è una sua convinzione, ovvero di non aver assunto volontariamente alcuna sostanza", spiega Oggero. "Lui non l'ha presa volontariamente, sostiene che qualcun altro esterno, e non i medici della federazione, gliel'hanno data", continua.

In merito alle dichiarazioni rese in quell'occasione davanti ai giornalisti, il 22enne è stato convocato dall'Ufficio di Procura Antidoping per il 7 agosto, come spiega oggi una nota del Coni.

 
<p>Il fiorettista Andrea Baldini in una foto d'archivio. REUTERS/Alexander Demianchuk/Files</p>