Piano Ue su clima, Bersani auspica discussione su obiettivi

giovedì 24 gennaio 2008 19:07
 

BARI (Reuters) - All'indomani della promulgazione da parte della Commissione Europea di una serie di significative proposte per la lotta ai cambiamenti climatici -- tra cui il taglio ulteriore dei gas a effetto serra, un maggiore ricorso alle energie rinnovabili e l'aumento della produzione di biocarburanti -- il ministro dello Sviluppo Economico Pierluigi Bersani ammette che si tratta di misure che per l'Italia saranno molto impegnative, e che comincia ora una fase di trattative in proposito.

Il piano, approvato ieri dalla Commissione, deve infatti ancora ottenere l'assenso dei 27 stati membri e dell'Europarlamento

"Credo che rispetto alle prime decisioni della commissione ci sarà una discussione da fare", ha dichiarato il ministro, pur comprendendo l'enorme difficoltà del lavoro della Commissione per indicare obiettivi calibrati sulle realtà concrete dei diversi paesi europei.

In particolare Bersani crede "inevitabile che l'Italia ponga una problema di ricalibratura degli obiettivi numerici" e una questione relativa "all'esigenza di una maggiore flessibilità e cioè di possibilità di relazionarsi con gli investimenti in aree anche esterne all'Unione".

Uno degli obiettivi del piano Ue è infatti di stimolare le trattative tra paesi industrializzati per rendere i 27 meno dipendenti dalle poche nazioni che hanno nelle loro mani i carburanti fossili.

Anche a proposito delle industrie che fanno un uso intenso dell'energia -- senza la quale non potrebbero né funzionare né restare competitive nei confronti dei paesi che non hanno posto limiti alle emissioni come India e Cina -- secondo il ministro bisogna discutere: "Ci sarà da approfondire ... questo tema dei cosiddetti 'energivori' che generano CO2 in particolare nel settore industriale, su cui c'è stata una apertura significativa".

Il ministro ha poi aggiunto che secondo i programmi entro la fine di febbraio le imprese dovrebbero avere le loro quote e sapere con certezza come sono messe.

"Non è semplice prendere decisioni di questo genere con alle spalle tutto il pregresso, è una situazione difficilissima. Sono problemi seri, ma li sbroglieremo", ha concluso il ministro.

 
<p>Il ministro dello Sviluppo Economico Pierluigi Bersani. REUTERS/Remo Casilli (ITALY)</p>