Scienziati ottengono cellule staminali embrionali da pelle umana

lunedì 24 dicembre 2007 11:13
 

WASHINGTON (Reuters) - Per la terza volta un team di ricercatori ha trovato il modo di convertire cellule di pelle umana in cellule staminali simili alle embrionali, in grado di generare altre cellule utilizzabili per crescere qualsiasi tipo di tessuto.

Lo studio, pubblicato ieri sul giornale Nature, mostra che il metodo non è un colpo di fortuna, ma è di fatto un approccio che potrebbe diventare di uso quotidiano.

Gli scienziati sperano di essere di fronte all'inizio di una nuova era per la medicina rigenerativa, in cui le persone vengono "curate su misura" per ferite e malattie come Parkinson e diabete e in cui gli scienziati possono studiare le malattie molto meglio di un tempo.

Il dottor George Daley, della Harvard Medical School e del Children's Hospital Boston insieme ai suoi colleghi ha ottenuto le cellule dalla pelle di un volontario, mentre gli altri due team di ricercatori che hanno portato a termine l'impresa hanno ottenuto le loro da cellule in laboratorio da linee cellulari commercializzate per la ricerca scientifica.

"Il nostro è il primo gruppo -- ha commentato Daley -- ad aver prodotto una linea cellulare a partire da una biopsia di pelle".

Ha poi annunciato che il team sta lavorando per creare cellule staminali pluripotenti (iPS) per curare una varietà di malattie.

Ha però avvisato che il metodo non può essere applicato ancora alle persone.

Il team continuerà comunque a lavorare con vere cellule staminali embrionali prelevate da embrioni, il cui uso è molto controverso perchè comporta la distruzione dell'embrione ma che per molti esperti è necessario per continuare gli studi. E' infatti attraverso lo studio delle staminali embrionali che i ricercatori hanno scoperto quali geni sono necessari per far sì che le cellule normali agiscano nello stesso modo.

 
<p>Nella foto d'archivio uno scienziato in un laboratorio . REUTERS/Bobby Yip</p>