A John Travolta nomination Golden Globe per Hairspray

venerdì 14 dicembre 2007 10:27
 

LOS ANGELES (Reuters) - Ha interpretato killer spietati, eroi militari e uomini sensuali, ma nonostante ciò il miglior ruolo interpretato da John Travolta potrebbe essere la donna che ha impersonato nel musical "Hairspray".

Ieri Travolta ha avuto una nomination per il Golden Globe come miglior attore non protagonista per l'interpretazione della mamma obesa ma sempre solare Edna Turnblad.

"Ho dovuto reprimere il mio ego maschile per farlo", ha raccontato Travolta in un'intervista. "Ma alla fine mi sono detto, 'John, lo sai che recitare è quello che sai fare meglio. Devi fidarti dell'attore che c'è in te e non far apparire il tuo ego maschile' ".

"Hairspray" racconta di Tracy, ragazza obesa, che vuole ballare in uno spettacolo televisivo del 1960, ma incontra pregiudizi per la sua taglia e razzismo contro i suoi amici. Edna la aiuta a superare i problemi.

"Amo i film divertenti che hanno anche qualcosa da dire", racconta Travolta.

I produttori Craig Zadan e Neil Meron hanno impiegato 14 mesi a convincere Travolta a interpretare il ruolo.

"Mi hanno giurato che se l'avessi fatto, mi avrebbe dato soddisfazione", racconta Travolta. "Ho compiuto un atto di fede".

Edna è diversa dal Danny Zuko di "Grease", dal Tony Manero di "Saturday Night Fever", dal Bud di "Urban Cowboy" e soprattutto dal Vincent Vega di "Pulp Fiction".

Ma a giudicare dai 200 milioni di dollari che il film ha incassato in tutto il mondo, dalle recensioni buone e dalle nomination, l' "atto di fede" è stato ricompensato.

 
<p>John Travolta in una foto d'archivio. REUTERS/Mario Anzuoni (UNITED STATES)</p>