Città del Messico vieta fumo nei luoghi pubblici

venerdì 4 aprile 2008 11:37
 

CITTA' DEL MESSICO (Reuters) - Città del Messico da ieri ha vietato il fumo nei luoghi pubblici - dai bar agli uffici - per ridurre la quantità di sostanze cancerogene inalate dagli abitanti della capitale dove i livelli di smog sono alti.

La città, che ha 18 milioni di abitanti nell'area metropolitana, è la seconda per grandezza nel mondo che impone il divieto per migliorare la salute pubblica e proteggere i non fumatori dal fumo passivo.

Ma non tutti i messicani sono felici della prospettiva di avere le tipiche cantine - dove tequila e sigarette vanno a braccetto - senza fumo.

"Per ora sto bene, ma più tardi, dopo un paio di drink, ne desidererò fortissimo una", confessa il 26enne Rodrigo Nunez mentre gioca a carte in un locale durante la pausa pranzo.

In Messico - dove gli uomini d'affari spesso fumano in riunione e non esistono aree per non fumatori nella maggior parte dei ristoranti - l'abitudine sarà dura da cancellare.

"I giovani la accetteranno perché capiranno che è un passo avanti... Sono le persone adulte che mi preoccupano", dice un abitante della città, Jose Manuel Ogando.

 
<p>Un uomo fuma una sigaretta. REUTERS/Rupak De Chowdhuri</p>