Olimpiadi, Federica Pellegrini oro nei 200 stile libero

mercoledì 13 agosto 2008 10:44
 

PECHINO (Reuters) - Federica Pellegrini ha vinto stamattina la medaglia d'oro nei 200 metri stile libero stabilendo un nuovo record mondiale e diventando la prima nuotatrice italiana della storia a salire sul gradino più alto del podio.

L'azzurra ha percorso i 200 metri in 1' 54" 82, migliorando di 63 centesimi il record di 1' 55" 45 che aveva stabilito lunedì.

Dietro di lei, la slovena Sara Isakovic (1:54.97) che porta a casa l'argento e la cinese Pang Jiaying (1:55.05), che ha vinto il bronzo.

"La parola che mi risuona nella mente è 'finalmente'. Questi 200 li aspettavo da quattro anni", ha commentato esultante l'atleta veneta dopo il trionfo.

La medaglia di oggi cancella parzialmente la delusione di lunedì, quando non è riuscita a salire sul podio dei 400 stile libero nonostante fosse data per favorita. In quell'occasione, aveva accusato della brutta prestazione la decisione del Cio di spostare le finali di nuoto al mattino in modo da farle coincidere con la prima serata americana.

Oggi, invece, l'ora non ha evidentemente influito sull'esito della gara. "Ho seguito i consigli del tecnico e degli altri, ma ho anche seguito il mio istinto di andare", ha detto la Pellegrini dopo la vittoria.

L'oro non è però l'unica soddisfazione della giornata: insieme alla medaglia, la Pellegrini ha battuto il suo stesso record mondiale -- stabilito lunedì poco dopo la sconfitta nei 400 -- e ha infranto la barriera del minuto e 55 secondi, prima volta per una donna.

Nella finale di oggi, la nuotatrice ventenne -- diventata col suo argento ad Atene nei 200 la più giovane olimpionica italiana a vincere una medaglia -- indossava due costumi per il timore di improvvisi squarci nel bel mezzo della gara.

Ed è con quello di allenamento sotto quello da gara che ha vinto il tanto atteso oro.

"Avevo il costume di allenamento sotto quello da gara. L'ho fatto per evitare brutte sorprese", ha confessato.

 
<p>Federica Pellegrini esulta dopo l'oro. REUTERS/Kai Pfaffenbach (CHINA)</p>