Le persone alte sono più felici di quelle basse, rivela studio

giovedì 11 settembre 2008 17:18
 

NEW YORK (Reuters) - Le persone alte sono mediamente più felici di quelle basse, e ogni paio di centimetri in più corrispondono ad una crescita del livello di felicità pari a quella regalata da un aumento di stipendio del 4%.

Lo rivela un nuovo studio americano, che si basa sui dati del Gallup-Healthways Well-Being Index.

L'indagine rivela che gli spilungoni sono più soddisfatti della loro vita rispetto ai "tappi", provano più emozioni positive come divertimento e felicità e meno emozioni negative come rabbia, tristezza e stress.

"Gli uomini che giudicano più negativamente le loro vite sono mediamente un paio di centimetri più bassi della media", spiegano i ricercatori in una nota.

I dati Gallup suggeriscono che se le persone più basse della media diventassero più alte della media avrebbero la stessa soddisfazione che dà un aumento di stipendio del 29%.

Ci sono però altri fattori -- avvisa Gallup Poll Daily -- che vanno considerati quando si mettono in relazione felicità e altezza, tra cui stipendio ed istruzione.

"Gli uomini che non hanno finito le scuole superiori sono mediamente più bassi della media di un pollice (2,4 cm) e fino a due pollici (5 cm) più bassi di quelli che hanno concluso gli studi al college", spiegano i ricercatori.

"Il motivo principale per cui le persone più alte sono più felici è che hanno stipendi più alti, sono meglio educate e fanno lavori di maggior prestigio".

 
<p>L'ucraino Leonid Stadnyk, che risulta nel Guinness dei Primati l'uomo pi&ugrave; alto del mondo. REUTERS/Vladimir Sindeyev</p>