Heathrow aumenta tasse aeroportuali del 23,5%

martedì 11 marzo 2008 13:49
 

LONDRA/MADRID (Reuters) - L'affollato aeroporto londinese di Heathrow potrà alzare le tasse aeroportuali del 23,5% - più di quanto ci si attendeva - favorendo il suo indebitato proprietario ma facendo infuriare gli utenti.

Le azioni del gruppo spagnolo di costruzioni Ferrovial - che nel 2006 ha comprato BAA, il proprietario di Heathrow, con un accordo da 20 miliardi di dollari - sono salite dell'8,8 % dopo che BAA ha annunciato che le nuove tasse la aiuteranno a portare a termine un rifinanziamento dei suoi debiti a lungo ritardato entro la fine di giugno.

Le linee aeree però hanno reagito male ai controlli dei prezzi dell'organismo regolatore Civil Aviation Authority (CAA), unendo le forze per chiedere lo scioglimento di BAA, che gestisce anche gli aeroporti di Gatwick e Stansted.

"L'annuncio di oggi...del drammatico aumento dei prezzi a Heathrow e Gatwick dimostra chiaramente che il sistema non funziona e ha bisogno di essere cambiato", recita una nota congiunta delle linee aeree Vigin Atlantic, easyJet, Ryanair e bmi.

Anche la British Airways si è unita a loro. "La CAA deve far sì che BAA renda conto nel periodo di cinque anni garantendo che l'operatore assicuri miglioramenti e non usi i fondi per sanare i debiti di Ferrovial", recita una sua dichiarazione separata.

La CAA ha detto che Heathrow potrà imporre una tassa di 25,7 dollari per passeggero quest'anno a partire dal 1 aprile, e poi aumentarla di una quota non superiore dell'inflazione più il 7,5% nei successivi quattro anni.

 
<p>Un terminal di Heathrow. REUTERS</p>