Clooney punta ad "accendere una luce" sull'Onu per la pace

venerdì 1 febbraio 2008 13:22
 

NAZIONI UNITE (Reuters) - George Clooney ieri è diventato un messaggero di pace Onu impegnandosi a usare la sua fama per "accendere una luce" sugli sforzi per la pace, in particolare in Darfur.

Ma a Clooney è stato impedito di lanciare un messaggio durante il suo recente viaggio in Darfur, Ciad e Repubblica Democratica del Congo al meeting delle nazioni che hanno truppe di peacekeeping nella regione. Alcuni diplomatici hanno raccontato che diversi paesi tra cui la Russia hanno giudicato la sua presenza inappropriata.

Clooney ha invece lanciato il suo messaggio durante una conferenza stampa. "Il messaggio è che il mondo osserva, e che a questo punto non possiamo permetterci di fallire", ha detto.

"Milioni sono senza una casa, non per carestie o malattie o decisioni divine ma a causa di una milizia armata", ha aggiunto.

Con i colleghi attori Don Cheadle e Brad Pitt, Clooney sfrutta la sua celebrità per raccogliere fondi per i rifugiati attraverso l'organizzazione di beneficenza "Not On Our Watch" e portare l'attenzione sulla crisi in Darfur.

L'Onu sta cercando di schierare truppe di peacekeeping in Darfur dove secondo gli esperti 200.000 persone sono state uccise e più di due milioni sono senza una casa a causa dei combattimenti tra governo sudanese e ribelli.

"Sembra che al momento le star possano portare attenzione. Non possono determinare le politiche né realmente cambiare le opinioni delle persone ma puoi far sì che una telecamera ti segua ovunque tu vada perchè ti seguono e tu puoi accendere una luce. Questo sembra essere il mio lavoro", ha detto Clooney, che il mese scorso ha ricevuto il Nobel per la pace insieme a Cheadle per il suo impegno per il Darfur.

Clooney è il nono messaggero di pace.

I messaggeri sono persone che vengono dal mondo dell'arte, della musica, della letteratura e dello sport che hanno acconsentito di puntare l'attenzione sul lavoro dell'Onu.

Il programma ha preso il via nel 1998 quando Segretario Generale era Kofi Annan

Gli altri otto messaggeri sono Michael Douglas, Daniel Barenboim, Midori Goto, Yo-Yo Ma, Paulo Coelho, Elie Wiesel, Jane Goodall e Ranya di Giordania.

 
<p>L'attore George Clooney durante la conferenza stampa che si &egrave; tenuta oggi alle Nazioni Unite. REUTERS/Lucas Jackson (UNITED STATES)</p>