Musica, esce 1° album Scarlett Johansson, ma la critica è feroce

mercoledì 21 maggio 2008 12:52
 

LOS ANGELES (Reuters) - L'attrice americana Scarlett Johansson non riesce ad avere nel suo debutto musicale lo stesso consenso ottenuto a Cannes dopo la presentazione del suo ultimo film: il suo primo album, uscito oggi, è stato infatti massacrato dalla critica.

"Anywhere I Lay My Head" è una compilation - che l'attrice ha descritto come "un'esperienza intima" - di brani di Tom Waits, reinterpretati dalla protagonista di pellicole come "Match Point", "Lost in Translation" e "La ragazza con l'orecchino di perla".

Le numerose recensioni non sono state tuttavia benevole con il lavoro dell'attrice, di cui lamentano gli eccessivi arrangiamenti - curati dal chitarrista e tastierista della band indie rock Tv on the Radio David Andrew Sitek - in cui si perde la voce di Scarlett.

"La voce di Johansson no ha niente di speciale e l'intonazione è a volte instabile; è una versione indebolita del gotico Marilyn Manson perso in una nebbia sonora", ha scritto la rivista Rolling Stones, mentre il britannico Mojo ha definito l'album "pignolo e dimenticabile" e l'Entertainment Weekly "senza espressività" la voce dell'attrice.

La compilation, edita da Rhino Records, è composta da 11 brani, tutte cover di canzoni di Tom Waits, a eccezione di un pezzo originale scritto da Johansson e Sitek. Due brani vedono anche la partecipazione di David Bowie, mentre il videoclip del singolo "Falling Down" è stato diretto dal regista di "Capote" Bennett Miller.

Nel suo ultimo film, "Vicky Cristina Barcelona", diretto da Woody Allen e presentato sabato al Festival di Cannes, l'attrice 23enne interpreta il ruolo di una turista americana in cerca di avventure latine in Spagna.

 
<p>L'acttrice americana Scarlett Johansson. REUTERS/Tobias Schwarz (Germania)</p>