Las Vegas, show per festeggiare gli Who. Suoneranno anche loro

venerdì 11 luglio 2008 09:10
 

LOS ANGELES (Reuters) - E' faticoso essere una rock star.

Roger Daltrey, cantante degli Who, si prenderà una pausa dal "dolce far niente" e insieme al compagno Pete Townshend si esibirà domani a Los Angeles, in occasione del terzo annuale "VH1 Rock Honors" della tv via cavo VH1.

A dare il la saranno gruppi come Pearl Jam, Foo Fighters e Flaming Lips che eseguiranno cover dei veterani del rock, dopodichè gli ospiti d'onore chiuderanno l'evento con un'esibizione di tre quarti d'ora.

"Sono un grande fan di Dave Grohl (frontman dei Foo Fighters, n.d.r.)", ha detto Daltrey a Reuters durante un'intervista ieri.

"Ha la mentalità di un dio del rock".

Daltrey e Townshend, rispettivamente voce e compositore/chitarrista degli Who, sono gli unici membri sopravvissuti della formazione originaria. Al posto del bassista John Entwistle -- morto nel 2002 per un attacco cardiaco dovuto a problemi di droga -- c'è Pino Palladino, mentre Zak Starkey -- figlio di Ringo Starr -- è l'ultimo dei successori di Keith Moon, morto di overdose nel 1978.

Dopo lo show, Daltrey riprenderà il suo riposo fino a novembre, quando il gruppo sarà in tour in Giappone.

In attesa che Townshend componga un nuovo album dopo "Endless Wire" del 2006 -- il primo di studio da vent'anni -- Daltrey però non passa le sue giornate fissando il muro: il cantante ha messo in piedi una band acustica e sta pensando ad un nuovo album solista, che sarebbe il secondo dopo "Rocks in the Head" del 1992.

"Ci sono altri generi musicali che vorrei esplorare", ha detto. "C'è molto di più in me, decisamente molto di più".

 
<p>Roger Daltrey e Pete Townshend durante un live al Madison Square Garden di New York. REUTERS/Albert Ferreira</p>