YouTube porta novità e anticonformismo nelle elezioni spagnole

mercoledì 20 febbraio 2008 13:02
 

MADRID (Reuters) - Se non fosse per YouTube, sarebbe improbabile che un uomo con un vestito nero e una collana di perle potesse fare domande al leader dell'opposizione spagnola.

Centinaia di cittadini hanno filmato e caricato sul sito di condivisione video domande per i due principali candidati alle elezioni parlamentari del 9 marzo riguardo a temi che spaziano da pensioni e diritti dei lavoratori ai matrimoni gay e all'ambiente.

Una sorta di dejà vu di quello che accade negli Usa, dove il dibattito su YouTube tra Barack Obama e Hillary Clinton è stato apprezzato per la spontaneità.

Ma finora il premier socialista Jose Luis Rodriguez Zapatero si è limitato a rispondere a pochi clip non imbarazzanti che sono stati ripresi anche dalla tv spagnola: una donna che chiedeva come sia possibile coniugare taglio delle tasse e sevizi pubblici e un uomo che si lamentava della mancanza di sicurezza per i lavoratori spagnoli.

Se l'idea era di spingere i politici a rivolgersi ai bisogni della gente comune, i risultati sono stati scarsi.

Sul sito ci sono anche domande meno convenzionali: per esempio c'è un travestito indignato per l'avversione del leader dell'opposizione conservatrice Mariano Rajoy verso i matrimoni gay, o un uomo che rimprovera il premier per un caso di corruzione nella Spagna centrale.

Ma nonostante la novità e l'anticonformismo, YouTube non ha potere politico sui partiti, che impiegano ancora la maggioranza delle risorse per i media tradizionali.

Anche per il presidente di Google Eric Schmidt Internet sarà decisivo nelle elezioni del futuro, ma per ora non lo è ancora.

 
<p>Il premier spagnolo Jose Luis Rodriguez Zapatero in una foto d'archivio. REUTERS/Nacho Cubero (SPAIN)</p>