Texas, innocente in carcere per 27 anni scagionato dal Dna

mercoledì 30 aprile 2008 11:57
 

DALLAS (Reuters) - Un uomo ieri è stato liberato da un tribunale di Dallas dopo che il test del Dna ha annullato la condanna che gli era stata inflitta più di 27 anni fa per lo stupro e l'omicidio della sua fidanzata, secondo quanto riportato dai media locali.

James Woodward, 55 anni, è il detenuto ingiustamente condannato che è rimasto in carcere più a lungo nella storia americana prima di essere scagionato dal test del Dna, secondo i media del posto.

Woodward è la 18esima persona nella Contea di Dallas ad essere liberata dopo la condanna grazie all'analisi del Dna secondo l'Innocence Project, un centro legale di New York specializzato nel rimediare ad errori giudiziari.

Si tratta del numero più alto tra gli stati americani, il che sottolinea che il sistema giudiziario locale ha qualche problema, tra cui quelli che secondo i critici sono frutto di pregiudizi razziali.

Woodward è un maschio nero, il tipico profilo delle persone ingiustamente condannate a Dallas e in qualsiasi altra parte degli Usa.

"E' la goccia che fa traboccare il vaso delle condanne ingiuste in Texas. Nessuno può negare che esiste un problema", ha detto il senatore del Texas Rodney Ellis secondo quanto ha riferito l'Innocence Project. Il senatore ha poi aggiunto che l'8 maggio si terrà un incontro a Austin per determinare le cause degli errori e identificare le riforme per prevenirli.

 
<p>Un uomo dietro le sbarre in una foto d'archivio. REUTERS/Dario Pignatelli</p>