Papa nomina ispettori inchiesta su abusi in Irlanda

lunedì 31 maggio 2010 16:13
 

CITTA' DEL VATICANO (Reuters) - Il Vaticano ha nominato oggi i prelati che si occuperanno dell'inchiesta ufficiale sugli abusi sui minori da parte di esponenti del clero nell'Irlanda a maggioranza cattolica.

L'inchiesta ad ampio raggio inizierà in autunno e sarà condotta da due cardinali e da tre arcivescovi dall'Inghilterra, gli Stati Uniti e il Canada.

Il Papa Benedetto XVI ha annunciato l'inchiesta, formalmente definita "visita apostolica", lo scorso marzo in una lettera al popolo irlandese sullo scandalo degli abusi sessuali nel loro paese, che ha condotto alle dimissioni di tre vescovi irlandesi.

Un comunicato del Vaticano ha detto che l'indagine inizierà in quattro diocesi -Armagh, Dublino, Cashel-Emly, e Tuam- e poi sarà estesa ad altre.

Inoltre, il Vaticano ha detto di voler "rispondere adeguatamente alla situazione causata dai tragici casi di abusi perpetrati da preti" e aiutare a condurre un rinnovamento "spirituale e morale" nella Chiesa irlandese.

L'importanza dei prelati cui è stata affidata l'inchiesta - che si strutturerà in visite a chiese e seminari e nell'interrogazione di centinaia di persone - sottolinea l'importanza che il Papa le attribuisce.

Il cardinale Cormac Murphy-O'Conner, vescovo emerito di Westminister, condurrà l'indagine di Armagh, mentre il cardinale Sean Patrick O'Malley di Boston condurrà quella a Dublino.

L'arcivescovo di Toronto Christopher Collins si occuperà di Cashel-Emly, e quello di Ottawa Thomas Prendergast di Tuam.

L'arcivescovo Timothy Dolan di New York, una delle figure più importanti in assoluto della Chiesa, condurrà l'indagine nei seminari irlandesi, compreso il Pontificio collegio irlandese a Roma.

Secondo il Vaticano, le indagini serviranno a "esplorare più a fondo la gestione dei casi di abuso e l'assistenza fornita alle vittime", e a "monitorare l'efficacia, e a cercare possibili migliorie, alle attuali procedure per prevenire gli abusi".

L'inchiesta segue la pubblicazione di un report schiacciante del governo irlandese, che documentava la presenza di diffusi abusi su minori da parte di preti dell'arcidiocesi di Dublino tra il 1975 e il 2004, sostenendo che la Chiesa in Irlanda ha nascosto "ossessivamente" gli abusi.

 
 
<p>Papa Benedetto XVI in una foto d'archivio. REUTERS/Max Rossi (VATICAN - Tags: RELIGION)</p>