Marea nera, BP nomina capo ufficio stampa ex funzionario Usa

lunedì 31 maggio 2010 08:54
 

HOUSTON (Reuters) - Il colosso energetico BP ha assunto una ex funzionaria del dipartimento per l'Energia americano come capo delle relazioni con i media, nel tentativo di difendere la sua reputazione dalle accuse provenienti dalla politica e dall'opinione pubblica a causa della falla nel Golfo del Messico.

Anne Kolton, ex responsabile degli affari istituzionali del dipartimento energetico Usa, inizierà il suo mandato questa settimana, ha detto il dirigente Andrew Gowers.

L'ufficio stampa della BP è stato duramente provato dalle pressioni di media e pubblico da quando lo scorso aprile l'impianto estrattivo Deepwater Horizon, in affitto alla londinese BP, è esploso e poi affondato, provocando la morte di 11 persone e provocando la peggiore fuoriuscita nella storia americana.

Ieri il direttore esecutivo Bob Dudleym ha detto che saranno necessari almeno 4 giorni per conoscere l'efficacia della nuova strategia di contenimento della BP, consistente in una cupola che dovrebbe catturare parte del greggio non bloccando però la falla.

Sabato sera BP ha annunciato che la sua complessa operazione "top kill" per chiudere la falla nel pozzo è fallita, infrangendo le speranze di una soluzione rapida.

Carol Browner, consigliere del presidente Barack Obama, aveva dichiarato ieri che il petrolio "potrebbe continuare ad uscire fino ad agosto" mentre una nota della Casa Bianca ha definito l'incidente il peggiore disastro ambientale che gli Usa abbiano mai affrontato.

Secondo il governo, la piattaforma libera nel mare tra i 12.000 e i 19.000 barili al giorno.

 
 
<p>Il logo di Bp su una pompa di benzina a Londra. REUTERS/Toby Melville (BRITAIN - Tags: BUSINESS ENVIRONMENT)</p>