Tabacco, Oms contro pubblicità fumo rivolta a donne e ragazze

venerdì 28 maggio 2010 18:22
 

di Stephanie Nebehay

GINEVRA (Reuters) - L'Organizzazione Mondiale per la Sanità ha chiesto oggi una maggiore mobilitazione contro le pubblicità di sigarette che, specialmente nei paesi in via di sviluppo, sono concepite per attrarre donne e ragazze.

La richiesta di tabacco da parte delle donne ha un potenziale di crescita superiore a quello degli uomini, le donne sono esposte a delle campagne pubblicitarie molto aggressive che, secondo l'agenzia delle Nazioni Unite, associano il tabacco alla moda, agli eventi sportivi e all'intrattenimento.

"La strategia di mercato dell'industria (del tabacco) sta avendo i risultati desiderati", ha detto in conferenza stampa da Ginevra Douglas Bettcher, direttore dell'iniziativa contro il tabacco dell'Oms. "Sempre più ragazze iniziano a fumare. Questo è un campanello d'allarme molto serio".

Anticipando la giornata mondiale contro il tabacco di lunedì prossimo, l'Oms ha diffuso un'indagine sui giovani fumatori.

Il rapporto dice che su 151 paesi, in metà le ragazzine fumano come i loro coetanei maschi, e li superano anche in alcuni paesi dell'America Latina, come il Cile, la Colombia e il Messico, ma anche in paesi dell'est Europa.

Nel mondo gli uomini costituiscono circa l'80% del miliardo di fumatori, dice l'agenzia delle Nazioni Unite. Tra gli adulti, il 40% degli uomini fuma, rispetto al 9% delle donne.

In molti mercati emergenti come la Cina e l'India, il 60% degli uomini fuma mentre la percentuale tra le donne si ferma al massimo al 5%. Le donne in questi paesi sono, secondo l'Oms, un mercato particolarmente attraente, viste le grandi potenzialità.

"L'industria del tabacco sta investendo molto sulle pubblicità seducenti che mirano a conquistare le donne, specialmente nei paesi a reddito basso o medio", ha detto Bettcher. "Le pubblicità cercano di imbrogliare le donne, facendo loro credere che l'uso del tabacco sia associato alla bellezza e all'emancipazione".   Continua...