Alcol al volante causa metà incidenti automobilistici, dice Aci

lunedì 24 maggio 2010 20:49
 

MILANO (Reuters) - Quasi la metà degli incidenti stradali in Italia è imputabile all'alcol, con una forte preponderanza di uomini e una crescita dei controlli - più che quintuplicati in due anni - ma anche degli incidenti, che dal 2000 al 2008 sono cresciuti del 60%.

Lo dice una nota diffusa dalla Fondazione Aci "Filippo Caracciolo" e presentata oggi al terzo forum internazionale delle polizie locali a Riva del Garda (Trento), riguardante diversi paesi europei.

La percentuale di incidenti dovuti all'alcol varia in Europa dal 40% al 55%, con il record negativo della Germania (42,1 incidenti su 100.000 veicoli) e il primato positivo della Finlandia (otto incidenti su 100.000).

L'Italia, con 16,6 incidenti su 100.000, sta invece registrando una crescita degli incidenti dovuti all'alcol, pari al 65% nel periodo compreso tra il 2000 e il 2008.

In Italia, la maggioranza degli incidenti dovuti all'ebbrezza avviene al di fuori degli orari d'ufficio: il 58% avviene tra le 22 e le 7 del mattino e il 54,4% durante il fine settimana.

Nonostante la crescita delle donne fermate al volante in stato di ebbrezza, rimane comunque forte la preponderanza maschile: il 90% delle 32.537 infrazioni sono infatti a carico di uomini.

Un rapporto diffuso da Istat nel 2009, ha rilevato che gli "accidenti di trasporto" causano annualmente oltre 6.000 morti e che questa tipologia di incidente rappresenta la 23esima causa di morte tra gli uomini di tutte le età.

Il 6 maggio scorso il Senato ha approvato il disegno di legge che modifica il codice della strada, che prevede il divieto di bevande alcoliche prima di mettersi alla guida per i 21enni.

"In Italia nel 2008, il 32,5% degli incidenti per stato di ebbrezza ha coinvolto un giovane di età inferiore ai 28 anni" dice il rapporto Aci, mentre l'Istat rileva che la popolazione tra i 18 e i 28 anni rappresenta circa il 10% della popolazione italiana totale.

Il rapporto di Aci segnala infine che, in Italia, gli etilometri sono in totale 186 con una media di 1,7 per provincia mentre 16 province italiane non dispongono ancora di macchinari di rilevazione di questo tipo.

-- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

 
<p>Dei giovani bevono birra in un parco di Milano. REUTERS/Paolo Bona /Files</p>