Champions, "tripletta" in palio sia per Inter che per Bayern

sabato 22 maggio 2010 11:03
 

MADRID (Reuters) - L'attesa finale di Champions League, che stasera a partire dalle 20.45 vedrà scontrarsi l'Inter e il Bayern Monaco, oltre alla "coppa con le orecchie" che assegna il titolo di club campione d'Europa mette in palio per entrambe le squadre la possibilità di completare una "tripletta" di titoli.

I nerazzurri, campioni d'Italia e vincitori della coppa nazionale, diventeranno il primo club di serie A ad ottenere l'en-plein di vittorie nelle tre diverse competizioni se stasera otterranno la vittoria allo stadio Bernabeu, "casa" del Real Madrid, dove tutti gli occhi saranno puntati sul carismatico allenatore José Mourinho, in predicato, secondo i media, di passare l'anno prossimo ad allenare proprio i "blancos" del Real.

L'allenatore portoghese ha detto di non essere felice del calcio italiano, e ha annunciato che valuterà altre opzioni dopo la partita di stasera.

L'allenatore del Bayern Louis van Gaal ha invece dichiarato che resterà al suo posto in ogni caso, sia che i campioni di Germania ottengano la loro tripletta sia che non ci riescano.

Squalificati l'attaccante dei bavaresi Franck Ribery e il centrocampista dei milanesi Thiago Motta, gli allenatori hanno per il resto gli organici al completo per formare le squadre che entreranno in campo stasera.

Il difensore interista Lucio affronterà la sua ex squadra mentre una serie di ex giocatori del Real, fra le file di entrambe le contendenti, faranno ritorno sul prato del Bernabeu, dove secondo le stime, saranno in palio per la vincitrice più di 120 milioni di euro fra vendita dei biglietti, denaro in palio, sponsor e accordi televisivi.

-- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

 
<p>Mourinho in foto d'archivio. REUTERS/Paolo Bona (ITALY - Tags: SPORT SOCCER)</p>