Nube cenere, solo in pochi rinunciano a viaggi in Europa

venerdì 21 maggio 2010 11:08
 

SINGAPORE (Reuters) - Sono poche le persone che, a causa delle ceneri vulcaniche in arrivo dall'Islanda, rinunciano a programmare viaggi in Europa, secondo un nuovo sondaggio del sito di viaggi airfarewatchdog.com.

L'indagine, effettuata tra più di 1.500 passeggeri, rivela che il 39% pensa ancora di andare in Europa, e che le eruzioni vulcaniche islandesi non hanno avuto effetto sui suoi progetti di viaggio.

Il 54% ha affermato che non aveva comunque in programma di andare in Europa, mentre il 9% ha invece cambiato idea.

"Così, nonostante la potenziale minaccia di ulteriori eruzioni e disagi, è una percentuale di passeggeri sorprendentemente bassa a cambiare programma", si legge in una nota del sito.

A metà aprile gran parte dello spazio aereo europeo è rimasto chiuso per sei giorni per timore che la nube di cenere sprigionata del vulcano vulcano islandese causasse incidenti.

-- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

 
<p>16 maggio 2010, vulcano Eyjafjallajokull. REUTERS/Ingolfur Juliusson</p>