Marea nera, il petrolio arriva in Louisiana

venerdì 21 maggio 2010 08:32
 

BLIND BAY, Stati Uniti (Reuters) - Il colosso dell'energia Bp, accusato dal governo americano di non aver condiviso le informazioni sulla fuoriuscita di petrolio nel Golfo del Messico in tempo utile, continua anche oggi nel tentativo di contenere la marea nera.

Continua il pressing da parte dei mezzi di comunicazione americani, che sottolineano la gravità della situazione e indicano l'incidente come una catastrofe.

"E' sicuramente deprimente. Questo è esattamente quello che speravamo non succedesse", ha detto Randy Lanctot, direttore generale della Louisiana Wildlife Federation.

Diverse chilometri di costa nei pressi del delta del Mississipi sono ricoperti da uno spesso strato di petrolio rosso, mentre il greggio è arrivato anche in insenature dove si è sedimentato nella vegetazione palustre.

Il governo americano ha anche accusato la compagnia petrolifera Bp di non essere stata trasparente sulla situazione, mentre un membro del parlamento ha accusato esplicitamente Bp di aver "insabbiato" le reali condizioni.

-- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

 
<p>Chiazze di petrolio in fiamme. REUTERS/Chief Petty Officer John Kepsimelis/U.S. Coast Guard/Handout</p>