Vita artificiale? Geni sintetici danno vita a cellula

giovedì 20 maggio 2010 22:26
 

Di Maggie Fox

WASHINGTON (Reuters) - Alcuni ricercatori sono riusciti a "caricare" un batterio, svuotato del suo Dna, di un genoma sintetico, compiendo un grande passo verso la creazione della vita artificiale.

Sperano di usare la loro versione del batterio per produrre microbi destinati a migliorare la vita sulla Terra.

"E' la prima cellula sintetica che sia mai stata fatta e la chiamiamo sintetica perché proviene completamente da un cromosoma sintetico, fatto con composti chimici e un sintetizzatore, sulla base di informazioni elaborate al computer", ha detto il pioniere della ricerca genetica, Craig Venter, che ha guidato la ricerca.

"E' la prima specie che si riproduce in questo pianeta che ha come genitore un computer", ha aggiunto.

Venter ha detto che vorrebbe generare batteri per produrre combustibile, creare alghe che assorbano il biossido di carbonio dall'atmosfera e vaccini più efficaci per l'uomo.

"E' un potente strumento per cercare di disegnare ciò che vogliamo che la biologia faccia", ha detto Venter in una conferenza stampa.

Riferendo della ricerca al magazine Science, il team di Venter ha detto di avere lavorato ad una versione sintetica del Dna di un piccolo batterio, il Mycoplasma mycoides, trapiantato in un altro germe, il Mycoplasma capricolum, a cui è stato rimosso la maggior parte della sua sostanza.

Dopo molte false partenze, il nuovo microbo ha preso vita e ha iniziato a replicarsi in laboratorio.

-- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia