Morte Sanguineti, Commissione su errori sanitari apre indagine

mercoledì 19 maggio 2010 09:34
 

ROMA (Reuters) - La Commissione di inchiesta della Camera sugli errori in campo sanitario ha aperto un'indagine sulla morte del poeta Edoardo Sanguineti, avvenuta ieri dopo un intervento chiurgico.

Sanguineti - poeta dell'avanguardia, autore teatrale, saggista e critico letterario - era stato ricoverato ieri mattina all'ospedale genovese Villa Scassi, dove era stato operato d'urgenza. Aveva 79 anni.

"La Commissione di inchiesta della Camera sugli errori in campo sanitario ... ha aperto un'indagine sulla morte del poeta e critico Edoardo Sanguineti, deceduto per un blocco cardiaco dopo un intervento chirurgico presso l'ospedale Villa Scassi di Genova Sampierdarena. L'intellettuale genovese, ricoverato per un aneurisma, era stato sottoposto ad un'operazione, inizialmente condotta senza complicazioni ma poi improvvisamente precipitata", si legge in una nota della commissione.

"Daremo il nostro contributo per far luce sulla vicenda, procedendo di pari passo con le indagini condotte dalla magistratura", ha detto Leoluca Orlando, presidente della Commissione.

"Per questo, abbiamo inviato una lettera all'assessore alla Sanità della regione Liguria Claudio Montaldo in cui chiediamo che ci venga fornita una relazione dettagliata su quanto avvenuto, con tutte le informazioni utili ad evidenziare eventuali responsabilità individuali o disfunzioni strutturali. L'inchiesta da me disposta -- aggiunge Orlando -- è un atto di doveroso rispetto del diritto alla salute, uno dei diritti costituzionali ai quali Sanguineti dedicò il suo impegno politico e la sua straordinaria poesia.

Sul caso la Procura di Genova ha aperto un fascicolo per omicidio colposo a carico di ignoti. Il pm Patrizia Petruzziello, aggiunge la nota, ha fatto sequestrare la cartella clinica di Sanguineti e ha intenzione di sottoporre la salma ad autopsia.

Figura di letterato a 360 gradi, fuori e dentro il mondo accademico, Sanguineti fu poeta, intellettuale, professore di letteratura alle università di Torino, Salerno e Genova, autore di teatro, critico e saggista. Nato a Genova nel 1930 ha continuato sino all'ultimo una battaglia culturale iniziata con l'esperienza avanguardista degli anni Sessanta: insieme ad Angelo Guglielmi, fu lui il teorico più famoso del Gruppo 63, movimento di neoavanguardia che si richiamava alle idee del marxismo e alla teoria dello strutturalismo.

E' stato anche consigliere comunale e poi deputato come indipendente nelle liste del Partito Comunista.

-- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia