Referendum acqua, per organizzatori superate 500mila firme

martedì 18 maggio 2010 16:08
 

ROMA (Reuters) - Le firme a sostegno del referendum abrogativo della legge sull'affidamento dei servizi idrici a società private hanno superato quota 500mila, ha annunciato oggi il comitato organizzatore, vale a dire la soglia per l'ammissibilità.

In 25 giorni, dice una nota del Comitato Referendum Acqua Pubblica, sono 516.615 le firme raccolte.

L'obiettivo degli organizzatori resta quello di raccogliere almeno 700mila firme entro il 4 luglio.

L'iniziativa referendaria prevede tre distinti quesiti. Il primo, ritenuto quello più importante, riguarda l'abrogazione di un articolo di un decreto legge del 2008 ("Disposizioni urgenti per lo sviluppo economico, la semplificazione, la competitività, la stabilizzazione della finanza pubblica e la perequazione tributaria") poi convertito in legge nello stesso anno e modificato da una serie di normative nel 2009.

In sostanza, si chiede di abolire la possibilità di dare la gestione dei servizi idrici a privati attraverso gara o a società a capitale misto (con almeno il 40% privato, scelto attraverso gara) mediante affidamento diretto.

Il governo comunque ha ribadito che la proprietà dell'acqua resterà pubblica.

-- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

 
<p>Un rubinetto. REUTERS/Eric Thayer (UNITED STATES)</p>