Quirinale celebra giornata contro omofobia,cita "riconoscimenti"

lunedì 17 maggio 2010 18:26
 

ROMA (Reuters) - Il presidente della Repubblica ha celebrato oggi, per la prima volta, al Quirinale la giornata internazionale per la lotta all'omofobia, affermando che si tratta di una "causa generale", e accennando ai "riconoscimenti da dare" alle coppie omosessuali.

"Questa non è soltanto la causa delle Associazioni degli omosessuali, così come la causa dei diritti delle donne non è solo la causa delle associazioni delle donne. E' una causa comune, è una causa generale, è una questione di principio, è una questione di fondamento costituzionale", ha detto oggi il presidente Giorgio Napolitano, secondo una nota del Quirinale.

Il capo dello Stato ha chiesto "un adeguamento delle normative per superare discriminazioni, per sanzionare violenze" ma anche aggiunto che serve anche "affrontare con tutta la libertà, e sapendo che si tratta di un tema controverso, il tema dei riconoscimenti da dare".

Un riferimento, sia pure senza citarla direttamente, alla questione del riconoscimento delle coppie omossessuali, anche dopo che settimane fa la Corte Costituzionale ha invitato il Parlamento a legiferare in proposito.

"Su ciò si discute nel Parlamento, non so quanto si sia vicini o lontani da soluzioni che mi auguro sempre siano soluzioni condivise", ha detto Napolitano.

"Nello stesso tempo appare chiaro che c'è una stretta interconnessione e influenza reciproca tra ciò che cambia nelle norme e ciò che può cambiare nella cultura e nel costume".

-- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia