Il Cairo, americano fermato all'aeroporto con armi dopo volo

mercoledì 12 maggio 2010 18:42
 

IL CAIRO (Reuters) - Un egiziano-americano è stato arresto ieri sera all'aeroporto del Cairo dopo essere arrivato su un volo partito da New York con due pistole, 250 proiettili, due spade e 11 coltelli nel suo bagaglio.

Lo hanno riferito funzionari aeroportuali.

Al momento non è chiaro come Mohamed Ibrahim, professore universitario di botanica che insegna negli Stati Uniti, sia stato in grado di passare la sicurezza a New York e a bordo dell'aereo.

Ibrahim, che è di origini egiziane, è stato arrestato con l'accusa di stare tentando di contrabbandare armi nel paese. E' illegale importare armi in Egitto senza un permesso.

Nessun altro dettaglio è disponibile dall'aeroporto newyorkese coinvolto e dalla compagnia aerea.

-- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

 
<p>Addetti alla sicurezza aeroportuale controllano i bagagli dei passeggeri all'imbarco, Aeroporto internazionale di Los Angeles REUTERS/Mario Anzuoni</p>