Deferiti Inter e Mourinho per dichiarazioni su Siena-Inter

venerdì 7 maggio 2010 18:59
 

ROMA (Reuters) - L'allenatore dell'Inter Josè Mourinho è stato deferito oggi dalla procura della Federcalcio per le sue allusioni alla possibilità che la Roma possa pagare un premio partita al Siena per l'ultima gara di campionato che dovrà disputare contro l'Inter.

Lo ha resto noto in una nota la stessa procura federale, che ha precisato di aver deferito l'allenatore alla Commissione disciplinare nazionale "per avere espresso... su organi di informazione, giudizi lesivi della reputazione di persone e di una società operanti nell'ambito federale ed in particolare dei dirigenti della società AS Roma Spa, adombrando altresì dubbi sulla regolarità del campionato".

Il provvedimento, specifica la nota, colpisce anche l'Inter.

"Se è vero che il presidente del Siena è felice di batterci e ha promesso lo stesso premio partita ai suoi giocatori che gli avrebbe dato se si fossero salvati, avranno motivazioni in più", aveva detto Mourinho ai giornalisti. "Chissà se ora che la Roma ha risparmiato il premio Coppa Italia, è disponibile a dare qualche soldo in più".

Il procuratore federale ha contestualmente aperto un procedimento per accertare l'esistenza del presunto premio partita promesso dalla dirigenza del Siena ai propri tesserati per l'incontro con l'Inter.

Siena-Inter si giocherà nella città toscana durante l'ultimo turno di campionato il prossimo 16 maggio. Dalla partita si potranno decidere le sorti del campionato che vede al momento l'Inter capolista, con due punti di vantaggio sulla Roma.

-- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

 
<p>Mourinho in una foto d'archivio. REUTERS/Giampiero Sposito (ITALY - Tags: SPORT SOCCER PROFILE)</p>