La vedova Wal-Mart in testa a classifica delle madri più ricche

giovedì 6 maggio 2010 11:42
 

NEW YORK (Reuters) - Avere figli non è un limite a fare miliardi di dollari, come dimstrano otto donne nella classifica delle madri più ricche del mondo.

La classifica, redatta da Forbes.com, rivela le 70 donne in tutto il globo che festeggeranno la Festa della mamma di domenica prossima da miliardarie, tra cui figura anche Giuliana Benetton, 72enne madre di quattro figli e sorella di Luciano, Carlo e Gilberto.

Christy Walton, vedova di John Walton figlio del fondatore di Wal-Mart Sam Walton, è in testa alla classifica con 22,5 miliardi di dollari, seguita dalla francese Liliane Bettencourt, 87 anni, il cui padre fondò il gigante della cosmetica L'Oreal e Birgit Rausing, la vedova 86enne del creatore del gigante svedese del packaging Tetra Laval.

Di 70 mamme miliardarie, solo otto hanno costruito la loro fortuna da sole, secondo Forbes.com.

Margaret Whitman, 53, conosciuta come Meg, ha realizzato il suo patrimonio da 1,3 miliardi di dollari da ex-AD della casa d'aste online eBay. Madre di due figli, ora è candidata per sostituire il governatore repubblicano della California Arnold Schwarzenegger.

"Per Whitman, la maternità non è stata un deterrente per il successo, ma un aiuto", sostiene Forbes sul proprio sito.

Tra le altre milionarie che si sono fatte da sole ci sono Rosalia Mera, che con l'ex-marito ha fondato la catena di abbigliamento Zara, Doris Fisher di The Gap e Giuliana Benetton.

Anche la scrittrice JK Rowling, autrice dei libri di Harry Potter, è tra quelle che si è fatta da sola insieme alla russa Elena Baturina, che ha fatto la sua fortuna nelle costruzioni e Zhang Xin, AD della società Soho China.

Savitri Jindal, la donna più ricca d'Asia e vedova del fondatore del conglomerato dell'energia e dell'acciaio OP Jindal Group, ha nove figli, più di qualsiasi altra mamma miliardaria.

-- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

 
<p>J.K. Rowling in foto d'archivio. REUTERS/Joshua Lott</p>