Ue vota contro la carne da animali clonati

martedì 4 maggio 2010 20:15
 

BRUXELLES (Reuters) - Il Comitato per l'ambiente del Parlamento europeo ha votato oggi l'esclusione dal mercato comunitario del cibo ottenuto da animali clonati, per i possibili pericoli legati alla salute e alla sicurezza.

I legislatori hanno respinto la proposta della Commissione europea, sostenuta dagli stati membri, di includere il cibo proveniente da animali clonati in una lista di alimenti ammessi alla vendita e al consumo nell'Unione.

Un voto finale in Parlamento è previsto per luglio.

"I membri del Parlamento europeo hanno votato per escludere del tutto dagli obiettivi di questa legge il cibo proveniente da animali clonati e dalla loro prole", hanno detto gli stessi componenti del Parlamento in un comunicato.

Sono sottoposti all'approvazione delle autorità europee tutti i "cibi innovativi" - ovvero il cibo prodotto usando nuovi processi di produzione, come la nanotecnologia, o che non erano largamente consumati nelle 27 nazioni del blocco prima del 1997.

I progressi nella clonazione animale, in particolare per gli animali da fattoria, ne hanno accresciuto il potenziale se usata su scala industriale per aumentare la produzione di carne e prodotti caseari.

I legislatori hanno detto di essere preoccupati dei possibili effetti negativi sulla salute anche dei prodotti ottenuti grazie alle nanotecnologie.

"I cibi prodotti da processi che usano nanotecnologie devono restare esclusi dalla Comunità (europea) fino a quando non saranno stati sottoposti a specifici e adeguati accertamenti dei rischi", hanno dichiarato.

I membri del Parlamento hanno votato quasi all'unanimità, con 42 voti contro la proposta, 2 a favore e 3 astenuti.

Il Comitato ha chiesto che la Commissione europea presenti una proposta di legge specifica che vieti il cibo proveniente da animali clonati e dalla loro prole.

-- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia