L'iPod, la dieta e Betty White per diventare centenari

martedì 4 maggio 2010 15:58
 

NEW YORK (Reuters) - Mantenere il contatto con la cultura pop e i suoi trend più recenti come gli iPod e gli Sms, così come una cena fuori con l'attrice Betty White, sono le chiavi per una vita lunga, almeno a detta di chi più se ne intende: i centenari.

Certo, una vita sociale attiva, una dieta sana, l'esercizio e il sonno adeguato non guastano.

"Se potessi lasciare un messaggio, non smettete mai di imparare. Punto. Non c'è altro", ha detto Maurice Eisman, un centenario che vive nello stato americano del Maryland.

Eisman è uno dei 100 centenari americani intervistati in un sondaggio sui segreti della longevità condotto da GfK per Evercare, un programma medico Usa per i più anziani.

Tra i vari fattori che permettono una lunga vita, sono andati forti il ridere, il pregare, il coltivare il legami con famiglia e amici, ma anche il mantenersi aggiornati con i tempi e con la tecnologia.

L'8% degli intervistati ha detto di scrivere Sms e il 12% di usare un iPod.

Molti centenari hanno detto di tenere il passo con la cultura moderna, ascoltando musica o guardando video al pc, l'11% degli intervistati su YouTube.

Secondo l'ufficio del Censimento americano, quasi 100 mila centenari vivono negli Stati Uniti, e le stime prevedono che il numero possa raggiungere i 601 mila entro il 2050.

Il sondaggio ha mostrato anche come i "vecchietti d'America", dovendo scegliere con chi passare una cena, hanno votato in stragrande maggioranza l'attrice ottuagenaria Betty White, protagonista dell'attuale pubblicità del Super Bowl, che ha rimpiazzato Bill Crosby, vincitore delle ultime due edizioni del sondaggio.

Tra gli altri, ottimi piazzamenti come compagni ideali per una cena anche per Bill Clinton, Michelle Obama e Sarah Palin.

-- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

 
<p>Rosa Rein festeggia il suo 112esimo compleanno in una casa di riposo di Lugano. REUTERS/Fiorenzo Maffi/Files (SWITZERLAND - Tags: HEALTH SOCIETY)</p>