La Cina dei record in vetrina all'Expo di Shanghai

sabato 1 maggio 2010 12:08
 

di Karen Yeung e Rujun Shen

SHANGHAI (Reuters) - Shanghai ha aperto oggi al pubblico la sua Esposizione universale multimiliardaria, una vetrina per l'economia cinese in espansione e il ritrovato orgoglio nazionale, oltre che per le novità nella tecnologia verde di 189 paesi.

I visitatori si sono sobbarcati una lunga fila e lanciato qualche insulto ai "furbi" che volevano saltarla, per entrare nei padiglione dell'enorme Expo, venti volte più grande di quello organizzato a Saragozza nel 2008.

Sono andati a ruba i biglietti che i padiglioni più popolari, come quello della Cina, che vengono venduti separatamente.

"E' un grande evento e un ottimo foro per comunicare con il mondo", ha detto Lao Chen, abitante a Shanghai. "Ma è molto disorganizzato. Ci sono così tante persone in Cina".

Un altro visitatore, pensionato, ha detto di essere rimasto molto deluso per non essere potuto entrare nel mastodontico padiglione cinese, uno dei pochi che non saranno demoliti quanto il mega-evento terminerà il 31 ottobre.

Ma altri hanno detto di essersi divertiti, e che è stato denaro ben speso.

"Non è una questione di soldi. E' motivo di orgoglio per tutti noi che la Cina possa ospitare l'Expo", ha detto Ning Lifang, un impiegato di banca che viene dalla vicina città di Suzhou.

La Cina ha detto di avere speso 4,2 miliardi di dollari -- il doppio di quanto sborsato per le Olimpiadi di Pechino del 2008 -- per questa Esposizione universale, la più costosa della storia. I media locali hanno parlato di un costo totale vicino a 58 miliardi di dollari, che comprende le infrastrutture della città.   Continua...

 
<p>Fuochi d'artificio nella cerimonia di apertura dell'Expo di Shangai. REUTERS/Eric Feferberg/Pool</p>