28 aprile 2010 / 06:51 / 7 anni fa

Cina, abolito divieto ingresso stranieri con Aids

PECHINO (Reuters) - La Cina ha tolto il divieto d’ ingresso per le persone positive all‘Hiv o malate di Aids, attenuando una politica che ha attirato critiche da tutto il mondo l‘anno scorso, quando fu negato il visto allo scrittore australiano sieropositivo Robert Deassiax.

<p>Manifestazione organizzata per ricordare l'Aids nella provincia dello Shanxi, foto d'archivio. REUTERS/Stringer</p>

Fino ad oggi, la legislazione cinese vietava formalmente l‘ingresso di stranieri con “malattie mentali, lebbra, Aids, malattie a trasmissione sessuale, tubercolosi polmonari o altre malattie infettive”.

Il Consiglio di Stato, massima autorità del governo, ha rimosso il divieto per persone con Aids, Hiv e lebbra, lasciando comunque alle autorità di frontiera la facoltà di decidere quali siano le malattie che possano portare al rifiuto del visto d‘ingresso.

-- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below