Francia vuole vietare il burqua anche ai turisti

giovedì 22 aprile 2010 17:25
 

di Sophie Hardach

PARIGI (Reuters) - Il governo francese ha annunciato oggi che applicherà un divieto contro i veli islamici che coprono il volto rivolto tanto ai turisti quanto ai residenti, anche se aleggia un certo scetticismo sulla legalità del piano.

La giovane ministro per la Famiglia Nadine Morano ha detto che i visitatori dovranno "rispettare la legge" e scoprire i propri volti, spingendo i critici a chiedere se anche le clienti di lusso saudite saranno costrette a togliersi il velo tra negli sfavillanti Champs-Elysees.

"Quando arrivi in un paese, devi rispettare le leggi di quel paese", ha detto Morano a France Info radio. "Se vado in altri paesi, anche io sono costretta a sottostarne alle leggi".

Il presidente francese Nicolas Sarkozy ieri si è pronunciato a favore di un severo divieto del velo integrale, rigettando proposte più moderate che suggerivano il divieto solo nei luoghi pubblici come scuole e municipi.

La bozza della normativa sarà presentata al consiglio dei ministri a maggio.

"Perchè dovremmo accettare (il velo) su un autobus e non in un municipio?", ha continuato Moreno, che ha rimarcato le parole di Sarkozy secondo cui il velo integrale rappresenta un'offesa alla dignità delle donne e all'eguaglianza tra i sessi.

In risposta alle critiche sollevate da molti sull'effettiva applicabilità della legge, il governo ha detto che le donne sorprese con un velo integrale, come il burqua afghano o il niquab, non saranno costrette a toglierlo sul posto, ma saranno identificate e riceveranno un avvertimento e una multa a casa.

Il primo ministro francese François Fillon si è detto pronto ieri a correre un "rischio legale" appoggiando il divieto, riferendosi ad una possibile bocciatura da parte della Corte europea per i diritti umani per violazione dei diritti di culto.   Continua...

 
<p>Donna in burqa a Parigi in foto d'archivio. REUTERS/Regis Duvignau</p>