Pedofilia, il Papa promette di intervenire attivamente

mercoledì 21 aprile 2010 13:12
 

di Philip Pullella

CITTA' DEL VATICANO (Reuters) - Papa Benedetto si è riferito espressamente, per la prima volta dopo oltre un mese, allo scandalo degli abusi sessuali commessi da esponenti della Chiesa Cattolica, ricordando come si sia personalmente impegnato con le vittime maltesi degli abusi.

Parlando ai pellegrini e ai turisti durante l'udienza generale settimanale, Benedetto ha raccontato sinteticamente il suo viaggio a Malta e la sua volontà di incontrare le vittime degli abusi.

"Ho condiviso con loro la sofferenza e con commozione ho pregato con loro, assicurando l'intervento della Chiesa", ha detto il Papa.

Dal 17 marzo il Papa non parlava esplicitamente dello scandalo, riferendosi alla crisi della Chiesa ricorrendo a espressioni generiche.

Secondo le dichiarazioni di domenica scorsa il Papa, invece, farebbe "tutto il possibile per analizzare le accuse, per giudicare le persone responsabili degli abusi e per mettere in pratica delle misure che possano salvaguardare nel futuro i giovani". Il discorso di oggi ha rievocato l'incontro di domenica scorsa con otto uomini che avevano subito violenza in istituti religiosi maltesi, ribadendone contenuti e toni.

Quello di oggi è una delle dichiarazioni più chiare e decise del Vaticano, richiedendo la collaborazione dei vescovi locali a cooperare con le autorità civili per processare i preti che hanno commesso le violenze sui minori.

CENTINAIA DI CASI

Centinaia di casi di abusi fisici e sessuali su minori nei passati decenni, commessi da esponenti della Chiesa, sono emersi recentemente in Europa e negli Stati Uniti, incoraggiando le vittime rimaste a lungo in silenzio a parlare e rendere pubbliche le proprie rimostranze.   Continua...

 
<p>Papa Benedetto XVI in foto d'archivio. REUTERS/Tony Gentile</p>