Nube, Cisco: disagi ai trasporti aumentano uso videoconferenze

lunedì 19 aprile 2010 14:41
 

OSLO/LONDRA (Reuters) - La domanda di videoconferenze ha subito un forte aumento a causa dei disagi ai trasporti causati dall'eruzione vulcanica in Islanda. Lo ha detto oggi un alto dirigente della Cisco.

"Stiamo registrando un forte aumento nell'utilizzo", ha detto Fredrik Halvorsen, ex amministratore delegato di Tandberg e ora capo della divisione specializzata in comunicazioni informatiche di Cisco.

Molte zone d'Europa hanno chiuso gli spazi aerei per il quinto giorno e, secondo l'amministratore delegato di Videoworks Even Zimmer, gli eventi degli ultimi giorni obbligheranno le persone a riflettere sui benefici delle videoconferenze.

"Il periodo è molto favorevole. La crescita del mercato e le conseguenze (positive) della nube di cenere non saranno dimenticate molto presto", ha detto Zimmer.

Secondo gli analisti il settore delle videoconferenze, in cui Cisco è leader mondiale grazie anche all'acquisizione di Tandberg, è caratterizzato da una forte dinamicità sia dal lato dell'offerta -- numerosi sono gli accordi di fusione e acquisizioni -- che dal lato della domanda. Le videoconferenze sono infatti, secondo gli analisti, uno strumento per tagliare i costi dei viaggi aziendali.

-- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

 
<p>Logo di Cisco in foto d'archivio. REUTERS/Robert Galbraith</p>