Ucciso in rissa in carcere più celebre gangster australiano

lunedì 19 aprile 2010 08:45
 

MELBOURNE (Reuters) - Il più celebre criminale australiano, incarcerato per una serie di omicidi nella guerra fra bande, che ha segnato il Paese con 30 persone uccise, è stato a sua volta ammazzato oggi nel corso di una rissa in carcere. Lo ha riferito al polizia.

Carl Williams, un criminale dalla faccia d'angelo celebre in Australia col soprannome di "Fat Boy" (ragazzo grasso) è deceduto in seguito a ferite alla testa ed arresto cardiaco a Barwon Prison, a sud di Melbourne.

Williams, 39 anni, scontava una pena di 35 anni per l'uccisione di tre rivali.

"La polizia ritiene che ci sia stato un alterco tra Williams e un altro detenuto. Gli investigatori della squadra omicidi sono sul posto e stanno indagando sulle circostanze", spiega una nota della polizia.

Gli australiani sono stati affascinati dal dramma sordido che ha visto Williams protagonista nelle strade di Melbourne per circa dieci anni. Una scena criminale che ha ispirato anche una serie di successo di una tv locale, chiamata "Underbelly".

Nell'ottobre 1999, due trafficanti di droga, Jason e Mark Moran, per un debito spararono allo stomaco a Williams, mentre festeggiava il suo 29esimo compleanno.

Williams sopravvisse pensando per anni alla vendetta sui rivali, mentre le bande criminali si fronteggiavano brutalmente tra regolamenti di conti e omicidi, sullo sfondo del traffico di droga, con il quale Williams si è arricchito, usando spesso il denaro per eliminare gli avversari attraverso sicari.

Jason Moran ed una guardia del corpo furono uccisi da un sicario mentre guardavano una partita di football nel giugno 2003 nel furgone di Moran, dove si trovavano anche i suoi due figli. Sul fratello Mark era stato ucciso arrivando a casa nel 2000.

-- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia